Attualmente sei su:

Malattie Cutanee

Com’è noto, la pelle è l'organo più esteso del corpo e presenta il vantaggio di essere il più visibile, quindi facilmente esaminabile dal medico. Il progresso scientifico ha dimostrato che soltanto alcune patologie dermatologiche interessano esclusivamente la pelle, mentre la maggior parte è l’espressione di una malattia sistemica che interessa diversi organi o apparati. Di conseguenza lo specialista in dermatologia deve avere un’adeguata conoscenza delle correlazioni esistenti tra le malattie cutanee e quelle multiorgano.

Inoltre la dermatologia ha la caratteristica di avere competenza sugli aspetti sia medici che chirurgici per la risoluzione di una patologia (ad esempio la diagnosi e la terapia dei tumori cutanei). Di notevole importanza è l’attenzione alle problematiche di tipo estetico; il dermatologo, grazie ad una profonda conoscenza dell’anatomia e della fisiologia della pelle, è in grado di valutare e di risolvere i problemi utilizzando i trattamenti più adeguati al caso.

L’esperienza personale maturata in ambiente ospedaliero-universitario e il costante aggiornamento scientifico sono alla base dell’attività diagnostica e terapeutica che svolgo presso lo studio, con particolare riferimento a patologie quali:
psoriasi, dermatite atopica, acne, alopecia, pemfigo, pemfigoide, dermatiti da contatto, orticaria, malattie veneree, patologie tumorali benigne e maligne, iperidrosi (trattamento con tossina botulinica), dermatite seborroica, cheratosi, micosi cutanee, dermatiti dell’infanzia, trattamento di cicatrici.