Attualmente sei su:

Fillers


Con il passare del tempo, la pelle perde progressivamente l’acido ialuronico, una componente essenziale per la sua elasticità e la sua idratazione, con la conseguente accentuazione delle rughe, soprattutto al viso. I segni d’invecchiamento possono essere contrastati con l’utilizzo di fillers, ovvero dall’uso di sostanze riempitive, in grado di riempire i solchi e le rughe, rendendoli così meno visibili.

I fillers più utilizzati in medicina e chirurgia estetica sono biocompatibili, temporanei e riassorbibili, garantendo un basso numero di effetti collaterali e la possibilità di trattamenti progressivi in grado di adattarsi ottimamente ai cambiamenti delle caratteristiche del volto. Tra le sostanze più utilizzate nei fillers vi è l’acido ialuronico; si tratta di una sostanza naturalmente presente nella nostra pelle in grado di garantirne le caratteristiche di idratazione, di elasticità e di luminosità.

La tecnica del filler prevede il riempimento della ruga o della zona depressa attraverso piccole iniezioni locali di acido ialuronico. Il trattamento è ambulatoriale, senza la necessità di un’anestesia. Immediatamente dopo l’infiltrazione, la zona trattata apparirà leggermente gonfia o arrossata, mentre dopo un paio di giorni si potranno osservare i risultati effettivi.

I risultati dei trattamenti sono già visibili dopo la prima seduta e migliorano progressivamente nel tempo, con una durata variabile a seconda della sede.

Biorivitalizzazione


Che cosa è?


La bio-rivitalizzazione è un trattamento medico che reintegra nella pelle le sostanze che il nostro organismo, col trascorrere del tempo, non produce più in modo adeguato. La bio-rivitalizzazione consiste nell’iniettare negli strati superficiali della pelle piccole quantità di acido ialuronico o altre sostanze biocompatibili e riassorbibili in grado di restituire alla pelle quella luminosità, elasticità e tonicità ridotte dai fisiologici processi di invecchiamento cutaneo.
L’acido ialuronico è una molecola presente naturalmente nella nostra pelle; ha funzioni fisiologicamente importanti, poiché permette un’adeguata idratazione e tonicità dei tessuti biologici. La diminuzione di acido ialuronico nel derma è una delle più importanti cause dell’invecchiamento cutaneo.

Le iniezioni di acido ialuronico avvengono con aghi molto sottili, generalmente ben tollerati. Immediatamente, nelle zone trattate si possono osservare piccoli rigonfiamenti che comunque tendono a scomparire entro poche ore.

Quando eseguire la biorivitalizzazione.

Nei processi di invecchiamento cutaneo si osserva la riduzione progressiva delle fibre collagene ed elastiche con una riduzione della quantità di acido ialuronico; come conseguenza la pelle diventa rugosa e perde elasticità.
Questi processi possono essere notevolmente accelerati da eccessive esposizioni al sole, determinando il cosiddetto “fotoinvecchiamento”.
In questi casi, la biorivitalizzazione, eventualmente associata ad altri trattamenti correttivi, permette un naturale recupero delle funzioni fisiologiche della pelle.

Quali risultati si ottengono e quanto durano?

L’acido ialuronico ha un effetto immediato poiché richiama acqua nei tessuti che così appaiono più luminosi e distesi. Nell’arco di pochi giorni gli effetti di miglioramento diventano sempre più percepibili con una pelle più fresca, levigata, giovane. Poiché i fenomeni di invecchiamento cutaneo non possono essere contrastati definitivamente, è necessario ripetere i trattamento con una frequenza variabile e dipendente dalle condizioni iniziali della pelle.